Interventi di IMPLANTOLOGIA E CHIRURGIA orale

protesi dentarie Lucca

Negli ultimi due decenni l'odontoiatria ha subito una rivoluzione tecnologica senza precedenti. La continua ricerca mette a disposizione del clinico una serie di innovazioni per le quali il paziente ha la possibilità di entrare in uno studio dentistico senza “uscirne” più, andando ad eliminare, o quanto meno ridurre all'essenziale, il peregrinare in centri specialistici per l'approfondimento diagnostico. All'interno dello Studio Odontoiatrico Associato Ceccarelli & Cherichetti, la chiave di svolta per fornire ai pazienti servizi a 360° è stata l'introduzione di nuove tecnologie come il microscopio operativo, i trattamenti sbiancanti professionali a luce a LED, la TAC Cone Bean System e molto altro ancora. Nell'era implantologica, la tomografia computerizzata permette di valutare tridimensionalmente la disponibilità dell’osso per il posizionamento degli impianti. Inoltre, la recente introduzione di software dedicati all'elaborazione delle immagini tridimensionali (software 3D), permette di visualizzare il progetto protesico da realizzare, per cui la posizione degli impianti sarà “guidata” dalla protesi dentale; va da sé che la possibilità di stabilire a tavolino la posizione degli impianti permette di consegnare un manufatto protesico ad ancoraggio implantare lo stesso giorno dell'intervento, o comunque nelle 24 – 48 ore successive. Tradotto nella pratica quotidiana, un classico esempio è dato dai quei pazienti che si presentano con un incisivo fratturato irreparabilmente ed escono il giorno stesso con un provvisorio, esteticamente soddisfacente, avvitato all'impianto. Questo avviene anche grazie all'utilizzo del bisturi piezoelettrico che, effettuando un taglio selettivo del tessuto osseo senza intaccare i tessuti molli, permette di evitare incisioni e punti di sutura, evitando così il formarsi di lesioni cicatriziali gengivali spesso antiestetiche.
Inoltre, gli stessi impianti hanno subito una rivoluzione sostanziale: la loro superficie, ad esempio, subisce un trattamento laser che migliora l'integrazione nell'osso, ma soprattutto condiziona la guarigione dei tessuti gengivali. È ormai noto, infatti, come una lacuna delle riabilitazioni implantari sia data dalla impossibilità degli impianti in titanio di “legare” tenacemente con i tessuti molli gengivali; questo nuovo trattamento laser, noto come LaserLok, permette di inserire gli impianti, sotto il rigoroso controllo del microscopio operatorio, in modo che si possa stabilire una valida osteointegrazione, condizione essenziale per la funzionalizzazione di qualsiasi tipo di impianto, ma soprattutto per l'ottenimento di una integrazione gengivale (gum – seal), determinante sia per la sopravvivenza degli impianti, sia per la longevità del risultato estetico ottenuto.

L’innovazione in implantologia riguarda sia la strumentazione che i materiali: cosa è veramente cambiato in questi ultimi anni?

Abbiamo a disposizione tecnologie di ultimissima generazione che consentono trattamenti impensabili fino a prima del 2000, quando la maggior parte degli strumenti che potevamo utilizzare era di derivazione ortopedica, quindi non dimensionati alle nostre esigenze di intervento. La chirurgia piezoelettrica ad ultrasuoni è stata una novità eclatante nata appunto in Italia nel 2000 e diffusa in tutto il mondo anche al di fuori dell’odontoiatria, ad esempio in neurochirurgia. I materiali oggi a disposizione nella chirurgia ossea ricostruttiva sono molto più validi di quanto non lo fossero prima, ma quello che veramente è cambiato nella chirurgia orale ai fini riabilitativi è il tempo di recupero: prima il paziente doveva stare per 3, 4 addirittura 6 o 12 mesi spesso senza alcun tipo di protesi per attendere la stabilizzazione degli impianti, mentre oggi in tantissimi casi si può fare un tipo di implantologia cosiddetta a carico immediato, ovvero montando sugli impianti dei denti provvisori, che vengono poi sostituiti dopo la stabilizzazione con prodotti definitivi e duraturi. Questo è il motivo principale per cui tanta gente fa richiesta di implantologia. Le soluzioni implantari sono definitive, ma c’è da ribadire il concetto che dietro a questo tipo di intervento ci deve essere un’adeguata manutenzione perché, nonostante corone e radici siano finti, un impianto può ammalarsi esattamente come un sistema vero.

STUDIO ODONTOIATRICO ASSOCIATO CECCARELLI E CHERICHETTI | 531, Viale San Concordio - 55100 Lucca (LU) - Italia | P.I. 01678270461 | Tel. +39 0583 587795 | Fax. +39 0583 550007 | rolandoceccarelli@ceccarellicherichetti.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite